Diritto di acqua

Diritto di acqua
Laboratori di cittadinanza per i bambini e le bambine

“I problemi del nostro pianeta ci insegnano che gli atti di ogni persona hanno ripercussioni inevitabili sull’avvenire della Terra, e sulla vita di tutti. È una conclusione piuttosto importante: le decisioni di ciascuno di noi contano… Dopo tutto, questa è anche una buona notizia”.
Y.Arthus-Bertrand, L’avvenire della Terra. Lo sviluppo durevole raccontato ai bambini.

Un percorso sul tema dell’acqua per accrescere la sensibilità individuale sull’importanza e la bellezza della risorsa più vitale per l’uomo, la necessità dell’uso moderato, dello spreco come negazione del benessere sociale.
Negli spazi espositivi individuati prenderà forma il percorso fotografico del fotografo e reporter Danilo De Marco: dalla Cina al Messico, dalle montagne dei Kurdi in Turchia e Iraq alle selve degli U’wa in Colombia, fino alle Ande dell’Ecuador. Dalla valle della Narmada in India ai Tamil dello Sri Lanka. Dai campesinos della Bolivia al Brasile dei Sem Terra, fino a raggiungere dall’altra parte degli oceani l’Uganda per raccontare il lunghissimo viaggio che l’acqua percorre attraversando l’umanità. Infatti in forma di cascata, o raccolta dentro a un secchio; intubata in rete idrica, o sgorgante da una fonte alpina; costretta dalle dighe del Narmada, o gassosa in forma di nuvola la quantità d’acqua esistente sulla Terra è sempre la stessa da millenni.
Un mistero bello da raccontare che mette in luce il diritto di tutti all’acqua e quindi l’esigenza di preservare le risorse idriche dall’uso scorretto e smodato.
Attraverso il racconto e la sperimentazione diretta, infatti, il percorso vuole provare a parlare anche ai cittadini più giovani di gestione appropriata dell’acqua.

Destinatari:
Classi terze della scuola primaria
Educatori, genitori, insegnanti che accompagnano i bambini nello svolgersi delle attività.
Amministratori che potranno instaurare un rapporto di ascolto attivo con i cittadini più giovani.